Bibbiablog. Martini: così vedo inferno e paradiso

Oggi segnaliamo un bel blog, Bibbiablog, che indaga a trecentosessanta gradi la realtà biblica, la sua storia e la sua geografia, i commenti e tanto altro ancora.
Si tratta di un blog veramente ben fatto, di sguardo internazionale, che propone video, recensioni, focus, riflessioni e news. Noi ci siamo iscritti ai feed e ora vi proponiamo un commento del Cardinal Martini su inferno e paradiso, con link alle recensioni dei suoi ultimi libri e ad altri suoi interventi sulla stampa.

Ne riportiamo solo le prime righe, per il resto rimandiamo all’articolo che è stato ripreso da Avvenire:

Martini: così vedo inferno e paradiso

duomo-di-orvieto_inferno-di-signorelliIl Dio che ha fatto suoi il tempo e la morte, ha dato a noi la sua vita, nel tempo e per l’eternità. La Pasqua del Signore rivela la solidarietà del Dio vivente alla no­stra condizione di abitatori del tempo, e insieme ci dà la garanzia di essere chiamati a divenire gli a­bitatori dell’eternità. Nella risur­rezione di Cristo ci è promessa la vita, così come nella sua morte ci era assicurata la vicinanza fedele di Dio al dolore e alla morte. La Pasqua è l’evento divino nel qua­le ci è rivelata e promessa la de­stinazione del tempo al suo felice compimento nella comunione in Dio. Lo spazio temporale che sta tra l’a­scensione e il ritorno di Cristo nel­la gloria appare così come un e­stendersi del mistero pasquale al­l’intera vicenda umana: nella sof­ferenza e nella morte, che ancora caratterizzano la nostra storia, si fa presente la sofferenza della cro­ce, perché la vita del Risorto sia pregustata da chi con Cristo per­corre il suo esodo pasquale. L’in­tera vita del cristiano è un pelle­grinaggio di morte e risurrezione continua, vissute con Cristo e in Cristo nello Spirito, portando an­zi Cristo in noi, « speranza della gloria».

Rispondi